Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2006 Dicembre;58(6) > Minerva Ginecologica 2006 Dicembre;58(6):511-26

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2006 Dicembre;58(6):511-26

lingua: Inglese

Cellule staminali/progenitrici endometriali e disordini proliferativi dell’endometrio

Gargett B. E., Chan R. W. S.

1 Center for Women’s Health Research Monash Institute of Medical Research Melbourne, Australia
2 Department of Obstetrics and Gynecology Monash Medical Center Monash University, Clayton, Victoria, Australia


PDF  ESTRATTI


L’endometrio umano va incontro a processi ciclici di rigenerazione, differenziazione e distacco nell’ambito del ciclo mestruale. Nelle specie non mestruanti, vi sono cicli di crescita e di apoptosi endometriali, piuttosto che di distacco fisico. Molti anni fa, è stato ipotizzato che le cellule staminali endometriali siano responsabili della notevole capacità rigenerativa dell’endometrio. In questa review riassumiamo i primi dati derivati dall’evidenza, utilizzando strumenti funzionali, circa la presenza di cellule staminali/progenitrici nell’endometrio umano e del topo. Le cellule staminali adulte vengono definite dalle loro proprietà funzionali, piuttosto che dall’espressione di marcatori, e non vi sono marcatori noti per le cellule staminali/progenitrici endometriali. L’evidenza che verrà presentata dimostra che l’endometrio contiene rare popolazioni di cellule staminali/progenitrici sia epiteliali che stromali. Questi studi fondamentali sulle cellule staminali/progenitrici endometriali forniranno nuove informazioni circa la fisiopatologia di vari disturbi ginecologici associati con anormale proliferazione endometriale, compresa l’endometriosi, il cancro dell’endometrio, l’iperplasia endometriale e l’adenomiosi. Verrà anche descritto il possibile utilizzo delle cellule staminali/progenitrici endometriali nelle applicazioni di ingegneria tessutale nel settore uroginecologico.

inizio pagina