Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2006 Agosto;58(4) > Minerva Ginecologica 2006 Agosto;58(4):283-93

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  AN UPDATE ON UROGYNECOLOGY


Minerva Ginecologica 2006 Agosto;58(4):283-93

lingua: Inglese

The current use of neuromodulation for bladder dysfunction

Sherman N. D., Amundsen C. L.

1 Division of Urology, University of Medicine and Dentistry of New Jersey, New Jersey Medical School, Newark, NJ, USA
2 Division of Urology, Department of Surgery Duke University Medical Center Durham, NC, USA


PDF  


La neuromodulazione utilizza la stimolazione elettrica per alterare la funzionalità di un organo. I recenti progressi tecnologici e il miglioramento della conoscenza circa la fisiologia della minzione sono coincisi con la crescita della neuromodulazione, quale trattamento della frequenza/urgenza urinaria, dell’incontinenza da urgenza e della ritenzione urinaria non ostruttiva. Attualmente, la modalità più comune della neuromodulazione vescicale prevede la stimolazione attraverso il forame S3 o neuromodulazione sacrale. Questa review mette in evidenza le attuali indicazioni, la selezione delle pazienti, le opzioni tecniche di impianto, il decorso e le complicanze della neuromodulazione sacrale. Inoltre, verranno discussi altri metodi di neuromodulazione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail