Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2005 Ottobre;57(5) > Minerva Ginecologica 2005 Ottobre;57(5):569-74

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Minerva Ginecologica 2005 Ottobre;57(5):569-74

 CASI CLINICI

Ipercalcemia maligna in corso di carcinoma squamocellulare vulvare

Bilenchi R., Poggiali S., Pisani C., Santopietro R., Miracco C., Vatti R., Lucani B., Andreassi A., Gonnelli S.

Nei pazienti affetti da tumore l'ipercalcemia maligna (humoral hypercalcemia of malignancy, HHM) rappresenta una sindrome paraneoplastica molto comune, più spesso descritta in associazione con carcinomi squamocellulari del polmone, dell'esofago, dei reni e della mammella, mentre è stata riscontrata raramente in corso di tumori della vulva.
Nella maggior parte dei pazienti neoplastici l'HMM è conseguente all'iperproduzione di un peptide analogo al paratormone (parathyroid hormone-related protein, PTHrP).
In questo lavoro viene riportato il caso di una paziente di 70 anni affetta da un epitelioma squamocellulare massivo della vulva complicato da HMM.
Secondo i dati in nostro possesso, questo è il primo caso documentato in letteratura in cui gli elevati livelli sierici di PTHrP si accompagnavano alla conferma immunoistochimica della produzione di PTHrP da parte delle cellule neoplastiche.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina