Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2005 June;57(3) > Minerva Ginecologica 2005 June;57(3):257-68

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  ENDOMETRIOSI


Minerva Ginecologica 2005 June;57(3):257-68

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Endometriosis and subfertility treatment: a review

De Hondt A., Peeraer K., Meuleman C., Meeuwis L., De Loecker P., D’Hooghe T. M.


PDF  


Lo scopo di questo articolo è presentare una review dell'influenza dell'endometriosi sulle tecniche di fecondazione assistita così come l'influenza che tale tecniche esercitano sulla endometriosi. Sulla base dei recenti studi presenti in letteratura, questo articolo cercherà di rispondere alle seguenti domande: 1) può l'endometriosi cambiare la probabilità di successo dell'induzione dell'ovulazione, dell'impianto intrauterino e della fecondazione in vitro e precedenti trattamenti chirurgici dell'endometriosi possono cambiare le probabilità di successo di induzione dell'ovulazione, impianto intrauterino, fecondazione in vitro?; 2) possono le tecniche di fecondazione assistita cambiare l'evoluzione naturale dell'endometriosi?
Allo scopo di rispondere a questi quesiti, tale ricerca è stata basata seguendo le recenti linee-guida e revisioni di esperti sull'endometriosi: le linee-guida ESHERE per la diagnosi e il trattamento dell'endometriosi, la rassegna endometriosi e fertilità del Practice Committee of the American Society for Reproductive Medicine, una recente revisione delle relazioni tra l'endometriosi e infertilità e, infine, una recente meta-analisi sulle relazioni tra endometriosi e le tecniche di fecondazione assistita. Questa revisione è stata poi completata consultando gli articolo più recenti, pubblicati su PubMed, così come gli articoli più rilevanti scritti in passato ed articoli o nostre ricerche presentati a congressi internazionali.
La percentuale di gravidanze dopo induzione dell'ovulazione, impianto intrauterino, e fecondazione in vitro è minore nelle donne con endometriosi rispetto a soggetti sani. L'influenza di precedenti interventi chirurgici per l'endometriosi non è chiara, principalmente per la mancanza di studi standardizzati su tecniche chirurgiche e gruppi di pazienti ben definiti. Le conseguenze della fecondazione assistita sull'evoluzione e la percentuale di recidiva dell'endometriosi è stata già oggetto di numerosi studi. La presenza dell'endometriosi influenza negativamente le probabilità di successo di una possibile gravidanza dopo fecondazione assistita. Non è noto se il trattamento chirurgico prima della fecondazione assistita possa aumentare dopo le probabilità di gravidanza. Non è noto, infine, se la fecondazione assistita sia un fattore di rischio per la progressione/recidiva dell'endometriosi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail