Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2005 Aprile;57(2) > Minerva Ginecologica 2005 Aprile;57(2):217-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI SPECIALI  


Minerva Ginecologica 2005 Aprile;57(2):217-24

lingua: Inglese

Voluntary interruption of pregnancy in Europe: medico-legal issues and ethical approach to the regulation

Molinelli A., Picchioni D. M., Celesti R.


PDF  


I criteri legislativi dei vari Paesi europei riguardo alla normativa sull'interruzione volontaria di gravidanza sono caratterizzati da differenti livelli di severità della legge nelle singole nazioni. Gli Autori analizzano le legislazioni di alcuni Paesi europei e, come risultato, identificano Paesi che possono essere classificati come tolleranti e altri nei quali la legge è più restrittiva. L'Italia deve essere analizzata separatamente, in quanto la sua legislazione riguardo all'interruzione volontaria di gravidanza è decisamente ambigua.
Infine gli Autori analizzano gli atteggiamenti delle religioni nei confronti di queste normative, in quanto, da un lato, vi è il sospetto che i dettami della Chiesa Cattolica e di quella Protestante abbiano influenzato i differenti orientamenti della legge sull'interruzione di gravidanza e, d'altro lato, la filosofia della legge impone certamente una riflessione sulla teologia e sugli insegnamenti della Chiesa Cattolica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail