Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2005 Aprile;57(2) > Minerva Ginecologica 2005 Aprile;57(2):111-30

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2005 Aprile;57(2):111-30

lingua: Italiano

L'emorragia del postpartum

Ferrazzani S., Guariglia L., Draisci G., Sorrentino L., De Stefano V., D'onofrio G., Caruso A.


PDF  ESTRATTI


L'emorragia del postpartum, prevalentemente secondaria ad atonia uterina, è un'importante causa di mortalità e morbilità materna. La conoscenza delle cause, dei fattori di rischio antenatali e durante il parto e le modificazioni emodinamiche e coagulative durante la gravidanza, sono essenziali per il trattamento dell'evento. Recentemente, si tende ad organizzare un approccio multidisciplinare a questa complicanza del parto coinvolgendo personale clinico e di laboratorio dal momento che la rapida correzione dell'ipovolemia, la diagnosi e trattamento dei difetti coagulativi e il controllo chirurgico dell'emorragia sono elementi essenziali per la salvaguardia della donna. Diverse modalità di trattamento medico si sono sviluppate e il trattamento chirurgico include procedure tradizionali e opzioni conservative con percentuali variabili di successo finalizzate a ridurre l'isterectomia che è da considerare l'opzione ultima per risolvere l'emorragia in alcuni casi. Per un trattamento moderno dell'emorragia del postpartum protocolli e linee guida dovrebbero essere disponibili nelle sale parto.

inizio pagina