Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2004 Aprile;56(2) > Minerva Ginecologica 2004 Aprile;56(2):137-40

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4784

Online ISSN 1827-1650

 

Minerva Ginecologica 2004 Aprile;56(2):137-40

 ARTICOLI ORIGINALI

The incidence of chromosomal anomalies in fetuses affected by mild renal pyelectasis

Borrelli A. L., Borrelli P., Di Domenico A., Felicetti M., Corcione M., Torella M.

Obiettivi. Lo scopo di questo studio è valutare l'importanza delle pielectasie renali fetali ''borderline'' quale marker ecografico di cromosomopatie.
Metodi. Sono state esaminate 2900 gravide tra la 15° e la 23° settimana di gestazione. L'età gestazionale nei singoli casi è stata valutata attraverso la misurazione ecografica del CRL (crown- rump- length), del diametro biparietale e della lunghezza del femore. La misurazione della pelvi renale fetale è stata calcolata mediante una scansione trasversale dell'addome fetale. Per pielectasia renale borderline si è intesa una dilatazione della pelvi renale compresa tra 5 e 10 mm. In caso di pielectasia borderline mono o bilaterale in associazione all'età materna, sono stati ricercati altri marker ecografici di cromosomopatia (ventricolomegalia, plica nucale ispessita, cisti dei plessi corioidei, ecc.) Nelle gestanti di età „35 anni e/o quando la pielectasia era associata ad altri marker ecografici di cromosomopatia, è stata effettuata l'analisi del cariotipo fetale mediante amniocentesi. In tutti i casi di pielectasia isolata il cariotipo fetale è stato controllato su sangue del funicolo alla nascita.
Risultati. sono stati rilevati 62 casi di pielectasia renale borderline. In 57 casi la pielectasia era isolata, mentre in 5 casi era associata ad altri fattori di rischio. In questi ultimi casi abbiamo rinvenuto un cariotipo fetale normale quando l'unico fattore di rischio era l'età materna „35 anni; in 3 casi è stato rinvenuto un cariotiopo anomalo (2 trisomie 21 e 1 sindrome 45X0) quando alla pielectasia erano associati più fattori di rischio. In nessuno dei casi di pielectasia isolata il cariotipo è risultato anomalo.
Conclusioni. La nostra ricerca conferma che la pielectasia renale fetale borderline, se isolata, non si associa a un aumentato rischio di cromosomopatie. L'associazione alla pielectasia di altri fattori di rischio fa lievitare significativamente il rischio di cromosomopatie fetali.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina