Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2004 April;56(2) > Minerva Ginecologica 2004 April;56(2):117-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2004 April;56(2):117-24

lingua: Italiano

Ruolo della Doppler flussimetria delle arterie uterine e del monitoraggio in continuo della pressione arteriosa nell'individuazione di soggetti a rischio per lo sviluppo di preeclampsia

Perini R., Fisogni C., Bonera R., Rovetto B., Frusca T., Lojacono A., Bianchi U. A.


PDF  


Obiettivo. L'obiettivo di questo lavoro è valutare l'utilità dell'ambulatory blood pressure monitoring (ABPM) associato alla Doppler flussimetria delle arterie uterine come test predittivo per lo sviluppo di preeclampsia (PE).
Metodi. Sono state arruolate, in uno studio prospettico, 22 pazienti a rischio per lo sviluppo di PE: 17 erano nullipare con aumentate resistenze delle arterie uterine a 24 settimane di gravidanza e 5 presentavano anamnesi positiva per precedente PE. Le pazienti sono state sottoposte a misurazione dell'ABPM e a valutazione Doppler flussimetrica delle arterie uterine. Sono stati considerati anomali un'indice di resistenza (RI) maggiore di 0,62 per la Doppler flussimetria e un midline estimating statistic of rythm (MESOR) diastolico maggiore di 68 mmHg per l'ABPM. Le pazienti sono state seguite longitudinalmente fino al parto, valutando l'esito gestazionale in termini di sviluppo di PE e di basso peso alla nascita.
Risultati. Globalmente l'epoca gestazionale media al parto è stata di 36,3±3,4 settimane (range 29,4-41). Il 27,2% (6/22) delle pazienti studiate ha sviluppato PE. Il 18% (4/22) dei neonati era piccolo per l'età gestazionale SGA small for gestational age <5° percentile). La valutazione dell'ABPM associata a quella Doppler flussimetrica per lo sviluppo di PE ha un valore predittivo positivo (VPP) del 42% e un valore predittivo negativo (VPN) del 90%; per lo sviluppo di basso peso alla nascita il VPP è 33% e il VPN del 100%.
Conclusioni. I dati di questo studio dimostrano come l'ABPM associato alla valutazione Dopper flussimetrica costituisca un test utile per individuare precocemente una popolazione a maggior rischio per lo sviluppo di PE.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail