Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2003 October;55(5) > Minerva Ginecologica 2003 October;55(5):399-406

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  ATTUALITÀ SULLA INFERTILITÀ


Minerva Ginecologica 2003 October;55(5):399-406

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Ovarian reserve, female age and the chance for successful pregnancy

Toner J. P.


PDF  


Fattori sia di tipo quantitativo che di tipo qualitativo, concernenti la produzione dell'ovocita, rivestono grande importanza per l'esito della procedura di fertilizzazione in vitro. I marcatori di riserva ovarica, come il livello basale di ormone follicolo-stimolante, il test da carico di clomifene citrato e la conta dei follicoli antrali, presentano un elevato potere predittivo circa la quantità degli ovociti cui è possibile indurre la crescita. Tuttavia, sembra che l'età della donna fornisca indicazioni più precise sulla qualità di questi ovociti. Nelle donne di età superiore a 40 anni, l'attuale percentuale di successo è in generale bassa, anche nelle donne dotate di una buona riserva ovarica, in grado di fornire molti ovociti; a questa età, la quantità non garantisce per la qualità. Al contrario, le donne in età giovanile dotate di una limitata riserva ovarica possono presentare buone probabilità di successo riproduttivo, nonostante il numero limitato di ovociti a disposizione, dal momento che gli ovociti stessi sono dotati di un elevato potenziale riproduttivo; in questo caso, la qualità risulta essere più importante della quantità. Da queste osservazioni deriva direttamente quanto segue: una diminuita riserva ovarica non dovrebbe essere utilizzata come criterio di esclusione nelle donne in età giovanile, dal momento che queste ultime in generale presentano ancora soddisfacenti probabilità di gravidanza, nonostante il loro rischio di cancellazione del ciclo risulti aumentato. Nelle donne di età superiore ai 40 anni, un test di riserva ovarica normale non offre alcuna garanzia di successo, dal momento che anche la diminuita qualità degli ovociti verosimilmente limita le probabilità di raggiungere il successo riproduttivo, indipendentemente dal numero di ovociti disponibili.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail