Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2003 August;55(4) > Minerva Ginecologica 2003 August;55(4):333-46

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2003 August;55(4):333-46

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Peritoneal fluid environment in endometriosis. Clinicopathological implications

Bedaiwy M. A., Falcone T.


PDF  


L'endometriosi rappresenta una patologia enigmatica, la cui patogenesi è ancora oscura. L'obiettivo di questa review è la valutazione del complesso ruolo svolto dal liquido peritoneale nell'eziopatogenesi dell'endometriosi. Diversi studi suggeriscono che il liquido peritoneale costituisce un bacino infiammatorio di cruciale importanza per lo sviluppo dell'endometriosi. Nei pazienti affetti da endometriosi è stata rinvenuta la presenza, a diversi stadi della malattia, di molteplici sostanze dotate di attività infiammatoria (citochine, fattori di crescita, ormoni e parametri di stress ossidativo). Questi mediatori del processo infiammatorio possono essere coinvolti nell'infertilità associata all'endometriosi e verosimilmente nel dolore. Inoltre, questi mediatori possono rappresentare una metodica non chirurgica per la diagnosi dell'endometriosi.
Una migliore comprensione del meccanismo di produzione delle citochine, dei fattori di crescita e delle specie reattive dell'ossigeno e della loro detossificazione, insieme a indagini più approfondite circa i loro effetti sulla composizione del liquido peritoneale, costituirebbero un passo fondamentale verso la chiarificazione della patogenesi di questa malattia e, in ultima analisi, verso lo sviluppo di nuove strategie diagnostiche e terapeutiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail