Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2003 August;55(4) > Minerva Ginecologica 2003 August;55(4):327-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2003 August;55(4):327-32

lingua: Italiano

Marcatori tumorali nel carcinoma epiteliale dell'ovaio

Di Cocco B., Calabretta F., Alghisi F., Salesi N., Bossone G.


PDF  


Diversi marcatori sierici vengono utilizzati nella pratica clinica e in via sperimentale nella diagnosi, nel monitoraggio terapeutico e nel follow-up del tumore dell'ovaio ma, in realtà, nessuno di questi presenta una sensibilità ed una specificità assoluta. Il marcatore tumorale che si è rivelato avere più valore nel carcinoma epiteliale dell'ovaio è il CA 125 anche se non è proponibile un suo utilizzo su larga scala come metodo di screening a causa di una specificità troppo bassa soprattutto negli stadi precoci della neoplasia specie in donne in premenopausa. Negli ultimi anni si è tentato di valutare l'associazione tra diversi marcatori con l'intento di aumentare il loro valore predittivo e l'accuratezza, ma il problema principale resta l'enorme variabilità con cui le diverse linee cellulari esprimono questi markers.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail