Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2003 August;55(4) > Minerva Ginecologica 2003 August;55(4):297-314

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2003 August;55(4):297-314

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

The ovarian surface epithelium: simple source of a complex disease

Choi K. C., Auersperg N.


PDF  


Si ritiene che l'epitelio di superfice dell'ovaio rappresenti il punto di partenza della maggior parte dei carcinomi epiteliali ovarici della donna. L'epitelio di superfice dell'ovaio è costituito da un singolo strato di cellule squamose o cuboidali disposte sulla superficie ovarica. Contrariamente alla sua relativamente semplice struttura, questo tessuto dà origine a un gruppo molto complesso di neoplasie, i carcinomi epiteliali ovarici. Pertanto, in questa review vengono delineati lo sviluppo e le caratteristiche principali dell'epitelio di superfice dell'ovaio della donna adulta sana, con particolare attenzione a quelle proprietà che possono contribuire alla sua propensione alla progressione in senso neoplastico. In secondo luogo, viene condotto un breve confronto fra gli aspetti biologici ed endocrinologici dell'epitelio di superfice dell'ovaio normale e neoplastico, al fine di comprendere i meccanismi che intervengono nella trasformazione dell'epitelio di superfice dell'ovaio normale nella sua controparte neoplastica. Infine, vengono rapidamente illustrati i recenti sviluppi delle strategie sperimentali di studio, inclusi i modelli in vitro e in vivo, che hanno contribuito alla nostra comprensione della natura dei carcinomi epiteliali ovarici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail