Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2002 December;54(6) > Minerva Ginecologica 2002 December;54(6):471-82

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2002 December;54(6):471-82

Settantacinque gravidanze ectopiche. Trattamento medico e chirurgico

Ferrero S., Bentivoglio G.


PDF  


Obiettivo. Valutare le opzioni terapeutiche disponibili per la gravidanza ectopica.
Metodi. Analisi retrospettiva effettuata su 75 pazienti ricoverate con la diagnosi di gravidanza ectopica fra il gennaio 1996 e il maggio 2001. Sono state analizzate le cartelle cliniche di tutte le pazienti.
Risultati. Opzioni terapeutiche: chirurgia in prima linea (44%), terapia con metotrexate (MTX), (43%), nessuna terapia («expectant management») (13%). Il tasso di successo della terapia con MTX è stato del 78,1%. È stata effettuata la laparotomia nel 52,5% delle donne trattate chirurgicamente. Nel corso degli anni si è osservato un aumento nell'uso della laparoscopia: il 75% delle pazienti è stato sottoposto a laparoscopia nel periodo 2000-2001. Il tasso di laparotomie rimane ancora più alto rispetto a quello riportato in altri studi perché nel nostro ospedale non è disponibile l'attrezzatura per laparoscopia in condizioni di emergenza. L'«expectant management» si è dimostrato efficace in assenza di dolore e quando i livelli di hCG erano bassi o in diminuzione.
Conclusioni. Le innovazioni tecnologiche consentono la diagnosi di gravidanza ectopica prima dell'insorgenza di una severa sintomatologia clinica. Sebbene la diagnosi precoce possa contribuire ad aumentare l'incidenza, ha anche contribuito ad una diminuzione della morbilità, dei decessi e dei costi. Una diagnosi tempestiva e precoce consente di trattare questa patologia con terapia medica, con tassi di successo simili a quelli del trattamento chirurgico tradizionale. La chirurgia è da preferire in presenza di rotture tubariche o alto rischio di rottura, ipotensione, anemia o gravidanza ectopica con diametro più grande di 4 cm.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail