Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2002 Agosto;54(4) > Minerva Ginecologica 2002 Agosto;54(4):349-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Ginecologica 2002 Agosto;54(4):349-54

lingua: Italiano

Travaglio e parto in acqua. Raccomandazioni di Pratica Clinica

Messini S., Tagliaferri T.


PDF  


Il travaglio e/o parto in acqua risulta sempre più diffuso. Con l'incremento del numero delle travaglianti in acqua risulta sempre più importante definire i limiti di sicura applicabilità di questa metodica di assistenza al travaglio e/o parto, per prevenire le possibili eventuali connesse patologie iatrogene.
Vengono indicati i fattori di ammissibilità e di esclusione al travaglio e/o parto in acqua, correlati con aspetti clinici materno-fetali, aspetti igienico-sanitari ed aspetti medico-legali.
Vengono desunti i requisiti strutturali, tecnici ed organizzativi specifici, addizionali rispetto ai requisiti specifici di ogni sala parto, che si ritengono opportuni per l'organizzazione di punti nascita in acqua.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail