Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2002 August;54(4) > Minerva Ginecologica 2002 August;54(4):317-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2002 August;54(4):317-24

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

Valutazione del rischio di prolasso genitale e di incontinenza urinaria in seguito alla gravidanza e al parto. Studio prospettico

Benassi L., Bocchialini E., Bertelli M., Kaihura C. T., Ricci L., Siliprandi V.


PDF  


Obiettivo. Sulla base di segnalazioni contrastanti presenti in Letteratura, abbiamo cercato di valutare, tramite uno studio prospettico, gli eventuali danni che la gravidanza ed il parto possono indurre sul pavimento pelvico.
Metodi. Su un campione di 344 pazienti, contattate telefonicamente dopo tre mesi dal parto, solo 58 hanno acconsentito a sottoporsi ad una visita di controllo. Le patologie indagate sono state la comparsa di prolasso genitale e di incontinenza urinaria da sforzo (IUS). La visita di controllo era mirata ad evidenziare: esiti cicatriziali vagino-perineali; descensus delle pareti vaginali o dell'utero; eventuale presenza di dispareunia e di dolori perineo-pelvici persistenti; eventuale presenza di frequenza/urgenza minzionale, di incontinenza da urgenza e di IUS; eventuale indebolimento del tono della muscolatura pelvica.
Risultati. Obbiettivamente abbiamo individuato nel cistocele il danno «anatomico» prevalente, e nella IUS il danno «funzionale» più frequente. Successivamente, abbiamo quindi cercato una correlazione statistica tra queste patologie ed i vari fattori di rischio citati in Letteratura.
Conclusioni. Dall'analisi sistematica dei dati ottenuti, abbiamo individuato alcuni fattori coinvolti nel predisporre, o nell'indurre, allo sviluppo di tali patologie: il parto operativo nelle pluripare, un lavoro fisicamente impegnativo svolto dalle pazienti, il sovrappeso delle madri e dei neonati. I risultati emersi dalla nostra valutazione presentano dunque spunti di interesse e di discussione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail