Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2002 Giugno;54(3) > Minerva Ginecologica 2002 Giugno;54(3):263-70

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2002 Giugno;54(3):263-70

lingua: Italiano

Citologia cervicale ASCUS e LSIL. Correlazione cito-istologica e management

Fallani M. G., Penna C., Fambrini M., Marchionni M.


PDF  


Obiettivo. Lo scopo del presente studio retrospettivo è la valutazione dell'adeguato management di citologie ASCUS ed LSIL in considerazione della istopatologia osservata su biopsia mirata o su tessuto escisso.
Metodi. La popolazione in studio comprende 584 pazienti con citologia anormale: 358 con diagnosi di ASCUS e 226 di LSIL. Tutte le pazienti sono state sottoposte a colposcopia e, se necessario, a biopsia mirata. In caso di displasia alla biopsia è stato eseguito un trattamento distruttivo o escissionale in relazione al singolo caso.
Risultati. La prevalenza di lesioni HPV-CIN, documentate mediante biopsia mirata, nelle pazienti ASCUS è stata del 36,3% e nelle pazienti LSIL del 67,7%. Una CIN di alto grado è stata osservata rispettivamente nel 15,7% e nel 20,8% dei casi. In un caso di ASCUS l'esame bioptico ha dimostrato la presenza di invasione stromale, mentre in 2 pazienti, con citologia LSIL, è stata evidenziata una lesione invasiva all'esame istologico definitivo sul materiale d'escissione.
Conclusioni. Le pazienti con citologia ASCUS e LSIL presentano lesioni istologiche di grado variabile dall'assenza di patologia a frequenti quadri di displasia anche di grado elevato e, in rari casi, forme invasive. La colposcopia è indicata come secondo livello in tutte la donne che presentano una diagnosi citologica di ASCUS ed LSIL, in quanto permette una diagnosi istopatologica e offre adeguate indicazioni terapeutiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail