Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2001 October;53(5) > Minerva Ginecologica 2001 October;53(5):307-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2001 October;53(5):307-12

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

L’isteroscopia operativa in regime di day-surgery con l’utilizzo dell’anestesia loco-regionale

Cannì M., Gallia L., Fanzago E., Bocci F., Bertini U., Barbero M.


PDF  


Obiettivo. In questi ultimi anni l'esecuzione di interventi per via isteroscopica ha dato la possibilità di trattare in regime di Day-Surgery pazienti difficilmente operabili con la chirurgia tradizionale per problemi internistici e/o anestesiologici. Questo lavoro vuole dimostrare come l'impiego di tecniche isteroscopiche miniinvasive, utilizzando un'anestesia loco-regionale, è in grado di soppiantare in diverse patologie endouterine i classici interventi ginecologici per via laparotomica mantenendo peraltro inalterata l'efficacia terapeutica.
Metodi. Dal settembre 1999 al dicembre 2000 presso l'UOA di Ostetricia e Ginecologia di Asti sono stati eseguiti 200 interventi operativi per via isteroscopica. Le pazienti (tutte con un accesso venoso periferico, monitorizzate con ECG e saturimetria e sedate con una benzodiazepina sublinguale) sono state suddivise in due gruppi. Il primo gruppo era costituito da 50 pazienti sottoposte esclusivamente a blocco paracervicale. Il secondo gruppo era costituito da 150 pazienti sottoposte, oltre che al blocco paracervicale, ad infiltrazione periorifiziale di anestetico locale.
Risultati. In un solo caso del primo gruppo, il blocco paracervicale è stato del tutto insufficiente e si è dovuto ricorrere ad anestesia generale. Nel primo gruppo si è resa necessaria un'integrazione del blocco paracervicale con propofol e fentanest nel 44% delle pazienti. Nel secondo gruppo l'integrazione dell'anestesia loco-regionale con propofol e fentanest si è ridotta al 16%. In tutti i casi il risultato è stato molto buono con guarigione completa delle pazienti e dimissione il pomeriggio stesso.
Conclusioni. Nella nostra esperienza l'anestesia loco-regionale con blocco paracervicale ed infiltrazione periorifiziale è un'alternativa molto valida all'anestesia generale negli interventi eseguiti per via isteroscopica. Inoltre il tipo di patologia endouterina non ha influenzato la tollerabilità dell'intervento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail