Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2000 Luglio-Agosto;52(7-8) > Minerva Ginecologica 2000 Luglio-Agosto;52(7-8):313-20

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4784

Online ISSN 1827-1650

 

Minerva Ginecologica 2000 Luglio-Agosto;52(7-8):313-20

 ARTICOLI SPECIALI

Riferita violenza sessuale (Il ruolo del ginecologo nel Pronto Soccorso)

Lukic A., Sassi M. T., Vecchiotti C., Vetrano G.

Lo scopo di questo lavoro è definire meglio il ruolo del ginecologo di Pronto Soccorso di fronte ai casi di riferita violenza sessuale. Il ginecologo dovrebbe sapere che, nella sua veste di Pubblico Ufficiale, deve denunciare all'Autorità Giudiziaria ogni reato perseguibile d'ufficio e deve anche richiedere un consenso informato per ogni procedura diagnostica o terapeutica. Dovrebbe sapere quando, come e dove repertare le tracce attinenti al reato e che i prelievi di materiale biologico, il test di gravidanza e il counseling per le malattie sessualmente trasmesse dovrebbero essere eseguiti in conformità con le dichiarazioni della vittima. Il ginecologo dovrebbe effettuare: una valutazione dello stato psicologico e generale della paziente, una anamnesi accurata circa le modalità dell'atto violento, una ispezione corporale, un esame ginecologico e/o rettale con descrizione accurata delle lesioni e i prelievi di materiale biologico. Ruolo del ginecologo è quello di descrivere le caratteristiche delle lesioni o degli esiti delle stesse in modo da poter in seguito valutare se sono compatibili con quanto afferma la paziente. È necessario curare le lesioni acute, offrire il counseling per la profilassi delle malattie sessualmente trasmesse, per la gravidanza, per la contraccezione postcoitale e per le conseguenze psicosociali, compilare il referto o certificato medico e, infine, programmare un follow-up personalizzato. Dalla nostra esperienza emerge la necessità di utilizzare, presso tutti i Pronto Soccorso, un protocollo unico per facilitare sia l'uniformità dell'approccio medico che la completezza e l'accuratezza nella raccolta dei dati, anche ai fini medico-legali.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina