Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2000 July-August;52(7-8) > Minerva Ginecologica 2000 July-August;52(7-8):307-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2000 July-August;52(7-8):307-12

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Incontinenza urinaria in gravidanza e prevenzione delle complicazioni perineali del parto

Di Stefano M., Caserta D., Marci R., Moscarini M.


PDF  


Obiettivo. L'incontinenza urinaria nella donna è un fenomeno che spesso si manifesta per la prima volta in gravidanza in una buona percentuale di donne (23-50%), con carattere il più delle volte transitorio, espressione del precario adattamento alle sollecitazioni indotte dallo stato gravidico sul pavimento pelvico. In questo studio gli Autori valutano attraverso la somministrazione di un questionario la frequenza del fenomeno incontinenza urinaria in un gruppo limitato di pazienti ostetriche, allo scopo di identificare potenziali fattori di rischio e al fine di programmare strategie di protezione e recupero del PP, in gravidanza, durante e dopo il parto.
Metodi. Dal novembre del 1998 al giugno del 1999 presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell'Univer-sità degli Studi di L'Aquila sono state valutate tramite un questionario 150 donne prima dell'espletamento del parto ed in seconda giornata dallo stesso. Quelle identificate per incontinenza urinaria in gravidanza sono state risottoposte al questionario a 3 mesi di distanza.
Risultati. L'incontinenza urinaria è stata riferita in gravidanza dal 48% delle donne in esame con epoca di comparsa principalmente nel III trimestre di gravidanza (43% delle donne). Non sono state riscontrate differenze in rapporto all'età, mentre hanno dimostrato un ruolo protettivo relativo la nulliparità e il taglio cesareo. Per le donne con IUS preesistente la nuova gravidanza ha agito sempre come elemento aggravante. Delle donne con IUS in gravidanza escludendo quelle con preesistente sintomatologia solo il 9,4% riferiva persistente incontinenza urinaria a 3 mesi dal parto. Nell'ambito delle primigravide con persistente sintomatologia a tre mesi dal parto tutte avevano ricevuto episiotomia.
Conclusioni. Gli Autori in questo studio vogliono indirizzare l'attenzione sull'identificazione di donne con IUS in gravidanza allo scopo di ridurre il più possibile il danno da parto e iniziare al più presto strategie di recupero della funzionalità del pavimento pelvico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail