Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2000 Giugno;52(6) > Minerva Ginecologica 2000 Giugno;52(6):235-42

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2000 Giugno;52(6):235-42

lingua: Italiano

Diabete e gravidanza (Fattori di rischio materni e morbilità neonatale)

Mamì C., Paolata A., Manganaro R., Lo Monaco I., Gemelli M.


PDF  


Obiettivo. Verificare, nella nostra realtà, l'incidenza dei nati da madre con diabete insulino-dipendente (IDDM) o con diabete gestazionale (DG) e se in questi neonati fattori materni siano predittivi di rischio di morbilità neonatale.
Metodi. Studio retrospettivo condotto sui 6179 nati presso l'Istituto di Ginecologia dell'Università di Messina e afferiti alla Divisione di Neonatologia negli anni 1995-1998. Sono stati selezionati: gruppo A (nati da madri IDDM), gruppo B (nati da madri con DG), gruppo C e gruppo D, controlli - 2 neonati di pari età gestazionale (EG) e sesso nati, rispettivamente, prima e dopo ciascun neonato del gruppo A e B.
Parametri valutati erano: familiarità per diabete, età, peso e indice di massa corporea (IBM) materni prima e dopo la gravidanza, tipo di parto. EG, peso alla nascita, morbilità neonatale (ipoglicemia, ipocalcemia, iperbilirubinemia, ipomagnesemia, distress respiratorio, ipertrofia del setto interventricolare, traumi ostetrici). Erano, inoltre, correlati peso ed IBM materni e peso del neonato.
Risultati. L'incidenza di nati da madri IDDM era del 3% e di nati da madri con DG era lo 0,8%. Rispetto ai gruppi controlli, sia il gruppo A sia il gruppo B presentavano significativa maggiore incidenza di: familiarità per diabete, cesarei, macrosomi e grossi per l'EG, ipoglicemia, iperbilirubinemia e ipocalcemia. Rispetto al gruppo A le madri del gruppo B presentavano età, peso corporeo e IBM significativamente maggiori. Nei gruppi A e B il peso neonatale non correlava con peso e IBM materni.
Conclusioni. Questi dati suggeriscono che nella nostra realtà il DG è sottostimato, che il controllo metabolico in gravidanza, specialmente del DG è inadeguato, che le procedure ostetriche sono troppo interventistiche, che la morbilità neonatale è verosimilmente correlata solo al controllo metabolico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail