Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 2000 April;52(4) > Minerva Ginecologica 2000 April;52(4):95-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 2000 April;52(4):95-8

lingua: Italiano

Associazione di cisplatino e vinorelbina nel trattamento neoadiuvante del cancro cervicale localmente avanzato (Studio di fase II)

Mastroianni M., Di Vagno G., Melilli G. A., Fontana A., La Presa M., Parisi A. M., Carriero C., Selvaggi L.


PDF  


Obiettivo. Questo studio di fase II si propone di valutare l'efficacia citoriduttiva e la tossicità della combinazione chemioterapica di cisplatino più vinorelbina come trattamento neoadiuvante delle pazienti con cervico-carcinoma localmente avanzato.
Metodi. Tra aprile 1996 e dicembre 1998, 33 pazienti non trattate con cevico-carcinoma localmente avanzato sono state sottoposte a trattamento con il seguente schema chemioterapico: cisplatino 80 mg/ m2 (giorno 1) più vinorelbine 25 mg/m2 ( giorno 1 e 8) per tre cicli ad intervalli di 21 giorni. Dopo 28 giorni dal completamento della chemioterapia le pazienti con risposta parziale o completa sono state sottoposte ad isterectomia radicale con linfoadenectomia pelvica.
Risultati. La chirurgia radicale è stata eseguita in 26 pazienti. Quattro sono state giudicate non eleggibili per la chirurgia per la scarsa risposta al trattamento, due hanno presentato controindicazioni anestesiologiche ed una ha rifiutao di sottoporsi all'intervento.
Conclusioni. La combinazione di cisplatino e vinorelbina ha determinato in questo studio di fase II un tasso di risposta clinica del 90%, con 8 risposte patologiche complete (24%).

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail