Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 1999 July-August;51(7-8) > Minerva Ginecologica 1999 July-August;51(7-8):271-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 1999 July-August;51(7-8):271-6

lingua: Italiano

Determinazione ecografica delle modificazioni del canale cervicale a termine di gravidanza

Vimercati A., Greco P., Mei L., Nimis A. M., Loizzi V., Varcaccio-Garofalo G.


PDF  


Obiettivo. Verificare se la misurazione del canale cervicale, mediante sonda ecografica transvaginale, fornisce parametri correlabili con l'insorgenza del travaglio di parto. Valutare se esiste una differenza per lo stesso parametro tra donne che partoriscono <41a settimana (287 giorni) oppure >41a settimana.
Metodi. Indagine prospettica tipo caso-controllo, Ambulatorio di Ecografia di un centro di riferimento terziario con numero di gravidanze >1000. Gravide con gestazione fisiologica. Misurazione della lunghezza del canale cervicale mediante sonda ecografica transvaginale (a partire dalla 37a settimana con frequenza settimanale fino alla 40a settimana).
Risultati. Correlazione inversa tra parametri ecografici ed epoca gestazionale. Differenza significativa a 38 settimane, per la misurazione in esame, tra donne destinate a partorire <41a settimana e >41a settimana.
Conclusioni. L'esame può identificare precocemente (38a settimana) le gravide destinate a superare la 41a settimana. Il parametro ecografico è parità-indipendente, se non per le nullipare destinate a superare la 41a settimana, sottogruppo che probabilmente rappresenta le pazienti candidate all'induzione farmacologica del parto.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail