Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 1999 April;51(4) > Minerva Ginecologica 1999 April;51(4):125-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 1999 April;51(4):125-8

lingua: Italiano

Sanguinamenti uterini anomali in climaterio (Correlazioni fra ecografia transvaginale, isteroscopia e istologia)

Grio R., Malara D., Curti A., Porpiglia M.


PDF  


Obiettivo. Gli Autori con il presente studio hanno valutato l'accuratezza del dato ecografico confrontato con quello isteroscopico ed istologico nella diagnosi dei sanguinamenti uterini anomali in climaterio.
Metodi. Quarantaquattro donne affette dalla suddetta patologia e afferite presso l'ambulatorio di Ginecologia Preventiva della Cattedra C del Diparti-mento di Discipline Ginecologiche ed Ostetriche dell'Università di Torino, nel periodo compreso tra settembre 1996 e luglio 1997, sono state sottoposte prima ad ecografia con sonda transvaginale e poi ad isteroscopia ambulatoriale con biopsia endometriale.
Risultati. L'assoluta corrispondenza tra aspetto ecografico, quadro isteroscopico e diagnosi istologica si è avuta solo nel gruppo di pazienti in menopausa.
Conclusioni. In accordo con i dati desunti dalla letteratura, gli Autori hanno posto un cut-off di 4 mm di spessore endometriale oltre il quale richiedere un approfondimento diagnostico tramite isteroscopia con biopsia mirata.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail