Home > Riviste > Minerva Ginecologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ginecologica 1999 Aprile;51(4) > Minerva Ginecologica 1999 Aprile;51(4):113-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GINECOLOGICA

Rivista di Ostetricia e Ginecologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ginecologica 1999 Aprile;51(4):113-6

lingua: Italiano

Importanza delle cellule endocervicali nella diagnosi di CIN

Fortuna G., Tramontana R., Monarca M., Tramontana F., Vullo G., Borrelli A.


PDF  


Obiettivo. In questo studio comparativo gli Autori definiscono il contributo che la presenza di cellule endocervicali nello striscio fornisce alla corretta diagnosi di CIN.
Metodi. L'indagine effettuata dal gennaio al dicembre 1996 presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica della Seconda Università degli Studi di Napoli è stata svolta su 67 donne con diagnosi istologica di CIN posta nei due mesi precedenti lo studio.
Gli strisci praticati in precedenza sono stati riesaminati per valutare la componente endocervicale per quanto concerne le cellule colonnari e metaplastiche ed è stato effettuato un confronto tra gli strisci positivi e quelli negativi per la CIN.
Risultati. La differenza tra gli strisci CIN e quelli negativi è risultata statisticamente non significativa per ciò che riguarda le cellule colonnari (66% vs 56%), al contrario di quanto si è riscontrato per le cellule metaplastiche (82% vs 61%). Ciò ha dimostrato che gli strisci CIN hanno più probabilità di includere cellule metaplastiche rispetto agli strisci negativi ed i due tipi di strisci non differiscono significativamente per quanto riguarda le cellule colonnari.
Conclusioni. Quindi per poter effettuare una diagnosi citologica di CIN, l'attenzione deve essere focalizzata principalmente sulla componente metaplastica delle cellule endocervicali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail