Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2013 September;38(3) > Minerva Endocrinologica 2013 September;38(3):245-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,383


eTOC

 

  OBESITÀ


Minerva Endocrinologica 2013 September;38(3):245-54

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Terapia farmacologica dell’obesità

Baretić M.

Division of Endocrinology Department of Internal Medicine University Hospital Center Zagreb, Croatia


PDF  


L’obesità è una malattia cronica che richiede pertanto una terapia cronica. Ipertensione, dislipidemia, diabete e malattie cardiovascolari sono le principali cause di mortalità nel mondo moderno. Tali condizioni sono fortemente associate all’obesità. Nel trattamento dell’obesità vengono quindi gestite anche tali condizioni. I pazienti obesi devono essere trattati sempre con interventi sullo stile di vita, sebbene i risultati di tali interventi siano modesti. La farmacoterapia è il secondo passo nel trattamento dell’obesità, approvata solo quando gli obiettivi di perdita del peso non vengono raggiunti con gli interventi sullo stile di vita. Nella storia dei farmaci antiobesità, un gran numero di essi sono stati ritirati dal mercato a causa dei loro effetti collaterali. Diverse linee guida raccomandano di prescrivere la terapia farmacologica per l’obesità solo dopo un’accurata valutazione dei potenziali limiti e benefici. Orlistat disattiva la lipasi intestinale e inibisce la lipolisi intestinale. Esso è in realtà l’unico farmaco approvato sul mercato europeo per il trattamento dell’obesità. La terapia con orlistat riduce il peso corporeo in misura modesta, ma è in grado di ridurre l’incidenza del diabete oltre quanto ottenuto con gli interventi sullo stile di vita. Di recente, alcuni efficaci farmaci antiobesità come la sibutramina e rimonabant sono stati rimossi dal mercato a causa dei loro effetti collaterali. La nuova combinazione di topiramato e fentermina è approvata negli Stati Uniti ma non in Europa. La convenienza della farmacoterapia a lungo termine dell’obesità resta ancora un argomento irrisolto.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

maja.simek@zg.t-com.hr