Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2013 Marzo;38(1) > Minerva Endocrinologica 2013 Marzo;38(1):95-102

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2013 Marzo;38(1):95-102

lingua: Inglese

Terapia insulinica: problemi di gestione e prospettive future

Giordano C.

Unit of Endocrinology, Diabetology and Metabolic Diseases, Biomedical Department of Internal Medicine Specialty, Faculty of Medicine and Surgery, University of Palermo, Palermo, Italy


PDF  


La terapia insulinica è il trattamento ipoglicemizzante più fisiologico ed efficace per i pazienti diabetici, nei quali il rischio di complicanze aumenta proporzionalmente ai livelli di HbA1c. È stato dimostrato che la terapia ipoglicemizzante intensiva è in grado di ridurre il rischio microvascolare, vantaggio che si mantiene nel lungo periodo insieme ad una riduzione del rischio di malattia cardiovascolare (CV), con un aumento tuttavia degli episodi di ipoglicemia. Lo scopo di questa review è stato quello di fornire una visione d’insieme partendo dal peso della malattia e dagli aspetti critici dell’accettazione e dell’autogestione della terapia insulinica, ed un confronto della farmacologia clinica dell’insulina umana e degli analoghi insulinici attualmente disponibili. L’insulina è una componente importante della gestione intensiva del diabete tipo 2, ma alcuni ostacoli propri sia dei pazienti sia dei medici ‑ l’ipoglicemia, la paura di una ridotta qualità di vita (QoL), l’assenza di preparazioni insuliniche in grado di adattare completamente il trattamento alle esigenze individuali, ecc. — non permettono di ottenere una terapia insulinica ottimale e spesso producono anche una bassa compliance al regime insulinico prescritto (le iniezioni mancate devono essere prese in considerazione quando si analizzano le ragioni di un controllo glicemico non ottimale). Gli analoghi rapidi e lunga durata d’azione attualmente a disposizione risolvono solo in parte i problemi legati alla terapia insulinica, come la flessibilità e la QoL, ma l’ipoglicemia rappresenta ancora un’importante causa di ospedalizzazione, aumento della spesa sanitaria e mortalità CV. Le nuove preparazioni di insulina, come degludec, dovrebbero essere utili in futuro per superare gli ostacoli legati alla terapia insulinica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

carla.giordano@unipa.it