Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2012 Settembre;37(3) > Minerva Endocrinologica 2012 Settembre;37(3):255-66

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Endocrinologica 2012 Settembre;37(3):255-66

lingua: Inglese

Obesità, infiammazione e dispendio energetico a riposo: possibile meccanismo della progranulina in tale percorso

Hossein-Nezhad A. 1, Mirzaei K. 1, 2, Ansar H. 1, Emamgholipour S. 1, Tootee A. 1, Keshavarz SA. 2

1 Endocrinology and Metabolism Research Institute, Tehran University of Medical Sciences, Tehran, Iran;
2 Department of Nutrition and Biochemistry, School of Public Health and Institute of Public Health Research, Tehran University of Medical Sciences, Tehran, Iran


PDF  


Obiettivo. Obiettivo dello studio è stato quello di misurare i livelli di PGRN in circolazione e di studiare la sua potenziale correlazione con il ritmo metabolico a riposo (RMR) e con le complicanze relative all’obesità. Abbiamo inoltre studiato la PGRN e alcune importanti espressioni geniche nel dispendio energetico in vitro in campioni di PBMC provenienti da tutti i partecipanti del nostro studio in un modello cellulare.
Metodi. Dei 163 partecipanti arruolati nel presente studio trasversale, 37 (22,69%) erano normopeso (18,5≤BMI<25), 53 (32,51%) erano sovrappeso (25≤BMI<30), 48 (29,44%) presentavano un’obesità di classe I (BMI 30 -34,9) e 25 (15,33%) presentavano un’obesità di classe II e III (BMI≥35). A tutti i partecipanti è stato misurato il RMR mediante calorimetria indiretta dopo una notte a digiuno. La composizione corporea è stata analizzata con la tecnica della bioimpedenziometria mediante l’analizzatore della composizione corporea Tanita BC-418M. Le PBMC sono state separate dal sangue intero con il metodo Ficoll-Hypaque. L’RNA cellulare totale è stato estratto e il cDNA è stato sintetizzato. A tale processo ha fatto seguito la PCR quantitativa in tempo reale usando specifiche coppie di primer per PGRN, AKT, MAPK e mRNA, utilizzando l’mRNA della beta-actina come controllo interno. La PGRN in circolazione è stata misurata con il metodo ELISA.
Risultati. I livelli in circolazione e le espressioni geniche di PGRN sono aumentati parallelamente all’incremento di peso corporeo. Tuttavia, vi era una differenza significativa nella forza dell’associazione tra PGRN in circolazione, oltre che espressione genica di PGRN, e variabili relative all’obesità. Inoltre, l’espressione genica di PGRN presentava una correlazione significativa con IMC, grasso viscerale ed espressione genica di MAPK e AKT. L’accresciuta massa di grasso viscerale in correlazione ai maggiori livelli di PGRN è stata più pronunciata nel gruppo con ritmo metabolico a riposo elevato o normale rispetto al gruppo con un basso ritmo metabolico a riposo. In seguito all’aggiustamento per IMC e sesso, abbiamo rilevato che la PGRN in circolazione può predire il RMR/kg indipendentemente da altre variabili come TG, HDL, e hs-CRP (P=0,03).
Conclusioni. La PGRN è associata a obesità e omeostasi glucidica e potrebbe predire i livelli del ritmo metabolico a riposo, indipendentemente dai fattori di confondimento. Uno studio sperimentale potrebbe chiarire il ruolo della PGRN nell’etiologia dell’obesità attraverso la regolazione metabolica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

ahosseinnezhad@sina.tums.ac.ir