Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2012 September;37(3) > Minerva Endocrinologica 2012 September;37(3):211-20

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

  ENDOCRINOLOGIA E TRAPIANTI DI ORGANI


Minerva Endocrinologica 2012 September;37(3):211-20

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

La sindrome metabolica nei pazienti trapiantati: un aggiornamento

Sorice G. P. 1, Di Pizio L. 1, Sun V. A. 1, Schirò T. 1, Muscogiuri G. 1, Mezza T. 1, Cefalo C. M. A. 1, Prioletta A. 2, Pontecorvi A. 1, Giaccari A. 1, 2

1 Division of Endocrinology and Metabolic Diseases, Catholic University, Rome, Italy;
2 Don Gnocchi Foundation, Milan, Italy


PDF  


La sindrome metabolica è un cluster di fattori di rischio che predispongono alle principali malattie cardiovascolari e alle loro complicanze, soprattutto a carico di organi quali fegato e reni. Nell’ultimo decennio le indicazioni al trapianto sono in aumento, con un’incidenza lineare delle complicanze della procedura. La sindrome metabolica rappresenta una delle incidenze più comuni, essendo a sua volta la conseguenza della malattia di base su cui si pone indicazione al trapianto, o il risultato del trattamento medico, delineandosi come un complesso quadro patologico che influenza la morbidità e la mortalità dei pazienti trapiantati. A causa della crescente incidenza della sindrome metabolica in questi pazienti, è fondamentale mettere a fuoco e chiarire le cause principali che determinano l’insorgenza dell’alterazione metabolica ed i suoi sviluppi, fornendo così strumenti atti a ridurre l’impatto della malattia. In effetti, prevenzione, diagnosi precoce e trattamento dei fattori che potrebbero indurre l’insorgenza o la progressione della sindrome metabolica dopo il trapianto, potrebbe influire positivamente sulla sopravvivenza a lungo termine di pazienti trapiantati. Questa revisione della recente letteratura scientifica tratterà i diversi meccanismi di patogenesi della sindrome metabolica in questa popolazione ed i suoi effetti clinici, delineandone i fattori di rischio da trattare prima e dopo il trapianto e suggerendone la gestione nel follow-up postoperatorio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

sorice.gianpio@gmail.com