Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2011 Dicembre;36(4) > Minerva Endocrinologica 2011 Dicembre;36(4):311-24

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

  GASTRO-ENDOCRINOLOGIA: UNA NUOVA AREA O UN NUOVO APPROCCIO METODOLOGICO?


Minerva Endocrinologica 2011 Dicembre;36(4):311-24

lingua: Inglese

Ruolo fisiopatologico della serotonina nel tratto gastrointestinale

Cirillo C. 1, 2, Vanden Berghe P. 1, 2, Tack J. 2

1 Laboratory for Enteric Neuroscience (LENS), Leuven, Belgium
2 TARGID, KU Leuven, Leuven, Leuven, Belgium


PDF  ESTRATTI


La serotonina è una delle molecole più abbondanti nel tratto gastrointestinale ed è essenziale per regolare numerose funzioni fisiologiche, tra cui la motilità, la secrezione e la sensibilità viscerale. Oltre a svolgere questo ruolo fisiologico, studi recenti hanno dimostrato che la 5-HT svolge un ruolo di primo piano nei processi patologici in quanto modula le risposte immunitarie ed infiammatorie nell’intestino. La regolazione di tutte queste funzioni, sia fisiologiche che patologiche è possibile in quanto la 5-HT è in grado di attivare diversi recettori (serotoninergici), suddivisi in tipi e sottotipi. A seconda del tipo di recettore a cui si lega e dell’ubicazione di esso, la 5-HT induce risposte differenti ed a volte opposte. Attualmente, la ricerca di nuovi farmaci capaci di modulare il segnale mediato dal legame della 5-HT con il suo recettore è rivolta soprattutto allo sviluppo di agonisti/antagonisti recettoriali che siano caratterizzati da alta affinità e selettività per i recettori serotoninergici a livello gastrointestinale, per evitare la comparsa di effetti indesiderati a livello centrale, dove la 5-HT è fondamentale nel controllo del tono dell’umore. In questa review abbiamo riassunto le nozioni riguardo il ruolo fisiopatologico della 5-HT analizzando i lavori presenti in letteratura ed i risultati ottenuti da studi sperimentali sia su animali che nell’uomo.

inizio pagina