Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2011 Marzo;36(1) > Minerva Endocrinologica 2011 Marzo;36(1):13-21

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0391-1977

Online ISSN 1827-1634

 

Minerva Endocrinologica 2011 Marzo;36(1):13-21

 ARTICOLI ORIGINALI

Evidenza di un ruolo dell’ANGPTL6 sul metabolismo corporeo a riposo e sua potenziale applicazione nel trattamento dell’obesità

Mirzaei K. 1,2, Hossein-Nezhad A. 1, Chamari M. 2, Shahbazi S. 1

1 Endocrinology and Metabolism Research Center, Tehran University of Medical Sciences, Tehran, Iran;
2 Department of Nutrition and Biochemistry, School of Public Health and institute of Public Health Research, Tehran University of Medical Sciences, Tehran, Iran

Obiettivo. L’ANGPTL6 (Angiopoietina - fattore di crescita associato 6) è una proteina circolante indicata per contrastare l’obesità. Lo scopo di questo studio era di valutare una potenziale relazione tra l’ANGPTL6 serica a digiuno e il metabolismo corporeo a riposo (RMR) così come tra la costituzione corporea tra soggetti obesi e soggetti con peso normale.
Metodi. I partecipanti erano 62 soggetti obesi e 41 soggetti non obesi valutati per RMR dopo una notte a digiuno mediante calorimetria indiretta. La costituzione corporea è stata misurata con il sistema Bodystat. I livelli di siero ANGPTL6 sono stati quantificati con il metodo ELISA.
Risultati. In base all’analisi ROC, il miglior valore soglia RMR/kg per predire il rischio di obesità era 20 kcal/24h/kg. I partecipanti con RMR/kg≥20 kcal/24h/kg sono stati considerati come tali e i soggetti con RMR/kg<20 kcal/24h/kg sono stati catalogati come tali . Nel gruppo I il 72.3% dei soggetti era obeso mentre il 47.4% dei soggetti del gruppo II soffrivano di questa patologia. I partecipanti del gruppo II mostravano livelli HDL e ANGPTL6 significativamente più bassi. Tuttavia abbiamo rilevato in questo gruppo livelli significativamente più alti di trigliceridi e di hs-CRP. Vi era una significativa differenza nel peso, nell’indice di massa corporea, di massa grassa, di grasso viscerale, di RMR/kg, di glicemia serica a digiuno, di insulina e di hs-CRP tra i soggetti con differenti livelli di concentrazione serica ANGPTL6. Abbiamo rilevato valori più alti di RMR/kg nei soggetti con più alta concentrazione di ANGPTL6 circolante.
Conclusioni. L’ANGPTL6 influenza l’RMR e migliora significativamente il profilo lipidico e, in misura minore, migliora la concentrazione di insulina e la sensibilità a quest’ultima. Ulteriori approfondimenti sono richiesti in quanto sembra che i risultati di questo studio possano potenzialmente portare all’avvento di un trattamento farmacologico per l’obesità.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina