Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2010 June;35(2) > Minerva Endocrinologica 2010 June;35(2):73-86

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,383


eTOC

 

REVIEW  STEROIDI E OLTRE


Minerva Endocrinologica 2010 June;35(2):73-86

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Aggiornamento - Il fattore steroidogenico 1 (SF-1, NR5A1)

Köhler B. 1, Achermann J. C. 2

1 Department of Pediatric Endocrinology, University Children’s Hospital, Charité, Humboldt University, Berlin, Germany; 2 Developmental Endocrinology Research Group, UCL Institute of Child Health, University College London, London, UK


PDF  


Il fattore steroidogenico 1 (SF-1, NR5A1, Ad4BP) è un recettore nucleare oltre che un regolatore di molteplici geni coinvolti nello sviluppo surrenale e gonadico, nella steroidogenesi e nell’asse riproduttivo. La delezione completa del gene Nr5a1 nei topi XY determina agenesi surrenale e gonadica, la comparsa dei genitali esterni femminili e la presenza delle strutture di Müller. Queste caratteristiche sono state riportate per la prima volta nei primi anni ’90. Successiva-mente, le mutazioni del gene NR5A1 sono state trovate in una femmina XX con 46 cromosomi e insufficienza surrenale. Più recentemente le mutazioni in eterozigosi di NR5A1 sono state identificate in una sostanziale proporzione dei pazienti XY con 46 cromosomi e disordini dello sviluppo sessuale (46,XY DSD) senza insufficienza surrenale. La maggior parte di questi individui mostra una grave subandrogenizzazione con la comparsa alla nascita di genitali di aspetto ambiguo, parziale disgenesi gonadica e assenza di strutture di Müller o dei loro residui. Alcuni pazienti hanno un lieve fenotipo come ipospadia e criptorchidismo, dovuto a difetti meno gravi nella sintesi degli androgeni. Il testosterone, l’inibina B e l’AMH sono di solito poco indicativi di una parziale (a volte progressiva) forma di disgenesi gonadica nella maggior parte dei casi. In ogni caso, anche una normale produzione di testosterone alla nascita potrebbe essere presente. La frequenza di mutazioni NR5A1 in casi altrimenti inspiegabili di 46,XY DSD con subandrogenizzazione e diagenesi testicolare parziale è stata valutata essere circa il 15%. Per di più, le mutazioni NR5A1 sono state recentemente riscontrate in donne 46,XX affette da insufficienza ovarica primaria sporadica o familiare senza insufficienza surrenale. Questo fenotipo umano associato alle mutazioni su NR5A1, mostra come l’SF-1 sia un fattore chiave sia per lo sviluppo testicolare che ovarico negli esseri umani, ma lo sviluppo surrenale umano rispetto quello gonadico sembra essere più resistente agli effetti della aploinsufficienza. I pazienti 46,XY DSD e lieve subandrogenizzazione dovuta a disgenesi testicolare parziale potrebbero essere considerati di sesso maschile, piccoli testicoli oltre che la presenza di cellule germinali, di Leydig, Sertoli sono presenti in quasi tutti i casi. Inoltre la virilizzazione spontanea in pubertà potrebbe essere possibile nei pazienti affetti da mutazioni su NR5A1. In ogni caso non sono note le capacità fertili, i rischi di neoplasie testicolari oltre che l’insufficienza surrenale in età adulta che richiedono quindi di essere oggetto di indagine nell’ ambito di studi a lungo termine.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

birgit.koehler@charite.de