Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2010 Giugno;35(2) > Minerva Endocrinologica 2010 Giugno;35(2):61-72

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  STEROIDI E OLTRE


Minerva Endocrinologica 2010 Giugno;35(2):61-72

Trattamento sostitutivo con steroidi nell’insufficienza surrenalica

Koetz K., Kienitz T., Quinkler M.

Clinical Endocrinology, Charité Campus Mitte, Charité University Medicine Berlin, Berlin, Germany


PDF  


L’insufficienza surrenalica può essere causata da una compromissione primaria a livello surrenalico, principalmente dovuta ad una risposta infiammatoria autoimmune a livello del surrene, oppure da una compromissione ipotalamo-pituitaria dell’asse corticotropico, prevalentemente a causa di un trattamento farmacodinamico di lungo periodo con corticosteroidi o di una crescita tumorale pituitaria e del suo trattamento. Nonostante l’ottima terapia sostitutiva salva-vita con glucocorticoidi e mineralcorticoidi, la qualità della vita associata alla salute nell’insufficienza surrenalica è compromessa in maniera più severa di quanto si pensasse in precedenza ed i pazienti affetti da insufficienza surrenalica sono anche a maggior rischio di decesso. L’ottimizzazione della sostituzione ormonale rimane uno dei compiti più difficili in endocrinologia. Il monitoraggio della qualità della sostituzione di glucocorticoidi risulta intralciato dalla mancanza di strumenti di valutazione oggettivi e pertanto è largamente fondato su basi cliniche. Il trattamento a lungo termine dei pazienti con insufficienza surrenalica rimane pertanto una richiesta difficile per gli specialisti di esperienza. Tuttavia, la diagnosi ed il trattamento di sospetta insufficienza surrenalica acuta rimangono un compito importante per tutti i clinici. La presente revisione si propone di spiegare il razionale alla base dell’attuale schema di sostituzione ormonale, di focalizzare l’attenzione sui difetti e di suggerire possibili terapie future.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

marcus.quinkler@charite.de