Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2009 Giugno;34(2) > Minerva Endocrinologica 2009 Giugno;34(2):161-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  NEOPLASIE DELLA CORTECCIA SURRENALE


Minerva Endocrinologica 2009 Giugno;34(2):161-9

lingua: Inglese

Tecniche di localizzazione radiologica nei tumori adrenali

Welsh S. J., Khan S.

Nuclear Medicine, Imaging Department Imperial College Healthcare NHS Trust Charing Cross Hospital, London


PDF  


La caratterizzazione delle lesioni adrenali è un dilemma diffuso in radiologia. Le lesioni adrenali incidentali sono comunemente identificate attraverso la tomografia computerizzata (CT), ma la caratterizzazione di tali lesioni è piuttosto critica. È stata riportata in letteratura una prevalenza delle lesioni adrenali incidentali pari al 2,3% dopo esame autoptico e allo 0,5-2% dopo CT addominale. Tali lesioni vengono probabilmente identificate con maggiore frequenza in seguito all’incremento nella pratica clinica dell’uso di tecniche di imaging in radiologia. Nonostante nella maggioranza dei casi le lesioni adrenali risultino benigne, nei pazienti con un cancro primario extra-adrenale la probabilità che la massa adrenale diventi metastasi diventa pari al 52%. Sfortunatamente, ci può essere una significativa sovrapposizione tra l’immagine di una lesione benigna, come gli adenomi poveri in lipidi, e di una lesione maligna, in particolare metastasi e piccoli carcinomi adrenali. Questa rassegna mette in evidenza i recenti progressi nell’analisi dell’immagine delle lesioni adrenali con tecniche radiologiche, discutendo i vantaggi dell’uso della CT e della risonanza magnetica. Lo scopo di tale lavoro è inoltre favorire lo studio dell’identificazione di lesioni adrenali benigne e maligne e discutere il loro ruolo, in combinazione con i dati biochimici e clinici, nel riconoscimento delle patologie comuni come gli adenomi adrenali, i feocromocitomi, i carcinomi e le metastasi. Saranno inoltre discusse le caratteristiche radiologiche delle lesioni adrenali più rare includendo il linfoma, i tumori neuroblastici (neuroblastoma, ganglioneuroblastoma e ganglioneuroma), i tumori lipomatosi (mielolipoma, angiolipoma, teratoma, lipoma e liposarcoma), oltre all’emangioma, l’emangiosarcoma e il leiomiosarcoma.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail