Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2009 March;34(1) > Minerva Endocrinologica 2009 March;34(1):81-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2009 March;34(1):81-7

lingua: Inglese

Strategia terapeutica per il trattamento del microcarcinoma papillare della tiroide: una prospettiva medico-nucleare

Riemann B., Schober O.

Department of Nuclear Medicine University Hospital Münster Münster, Germany


PDF  


La letteratura scientifica riporta una prevalenza crescente per il microcarcinoma papillare della tiroide (MPT). Attualmente, il MPT costituisce il 30% di tutte le forme neoplastiche differenziate della tiroide. I pazienti con MPT presentano una prognosi eccellente ed una normale spettanza di vita. A causa delle diverse definizioni di MPT, gli approcci terapeutici delle diverse società scientifiche non sono state finora standardizzati. Gli algoritmi terapeutici differiscono infatti per quanto riguarda la chirurgia tiroidea, l’ablazione con radioiodio e la terapia tireotropina-soppressiva così come nel follow-up. Recentemente, la Commissione Terapeutica della Società Europea di Medicina Nucleare (EANM) ha raccomandato una terapia ed un follow-up basati sul rischio. I fattori di rischio che richiedono un approccio terapeutico più aggressivo sono la presenza di multifocalità, infiltrazione della capsula tiroidea, evidenza di metastasi locoregionali o a distanza ed istologia sfavorevole. L’obiettivo della presente review è quello di discutere gli attuali concetti relativi alla terapia dei pazienti con MPT dalla prospettiva medico-nucleare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail