Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2007 June;32(2) > Minerva Endocrinologica 2007 June;32(2):95-102

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,383


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2007 June;32(2):95-102

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Progestinici e neuroprotezione: i progestinici sono tutti uguali?

Singh M.

Department of Pharmacology and Neuroscience University of North Texas Health Science Center Fort Worth, TX, USA


PDF  


La nostra conoscenza della biologia degli steroidi gonadici si è notevolmente espansa. È, infatti, ora chiaro che gli effetti degli steroidi sessuali, inclusi estradiolo e progesterone, si estendono al di là dei ristretti confini della funzione riproduttiva ed esercitano i loro effetti su una vasta serie di tessuti target, che includono tra gli altri l’osso, il cuore e il cervello. Per quanto riguarda il cervello, vi sono evidenze crescenti nella letteratura che supportano gli effetti protettivi di estradiolo e progesterone. Tuttavia, i risultati dello studio Women’s Health Initiative hanno dimostrato che vi sono importanti caveat a questi effetti protettivi. Tra questi, vi è la scelta del tipo di ormone usato. In questo articolo descriviamo le attuali conoscenze relative alla neurobiologia del progesterone e del progestinico sintetico usato nelle principali formulazioni della terapia ormonale (medrossi-progesterone acetato) e forniamo una revisione della letteratura clinica e scientifica relativa all’importanza dei progestinici nella neuroprotezione. Inoltre, evidenziamo che gli effetti e i meccanismi alla base delle proprietà neurobiologiche dei progestinici possono differire da quelli osservati in sistemi diversi dal sistema nervoso centrale. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche che esplorino più estesamente la neurobiologia del progesterone e dei progestinici ad esso correlati, presentiamo le evidenze secondo cui, almeno per quanto riguarda il cervello, non tutti i progestinici sono creati eguali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail