Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2006 Settembre;31(3) > Minerva Endocrinologica 2006 Settembre;31(3):219-32

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2006 Settembre;31(3):219-32

lingua: Inglese

Applicazioni cliniche del trapianto di insule pancreatiche

Pileggi A. 1,2, Alejandro R. 1,3, Ricordi C. 1,2

1 Cell Transplant Center and Clinical Islet Transplant Program Diabetes Research Institute
2 DeWitt Daughtry Family Department of Surgery
3 Department of Medicine University of Miami Miller School of Medicine Miami, FL, USA


PDF  ESTRATTI


Il raggiungimento di un controllo metabolico stabile nei pazienti con diabete mellito di tipo 1 (DM1) è fortemente desiderabile e può contribuire a ritardare e/o prevenire l’insorgenza delle complicanze secondarie.
Il trapianto di insule pancreatiche rappresenta una valida opzione nel trattamento dei pazienti con DM1 instabile con frequenti ipoglicemie gravi e ipoglicemie misconosciute. I benefici del trapianto comprendono un miglior controllo glicemico, la prevenzione delle ipoglicemie gravi e una migliore qualità di vita.
Il successo dei futuri trial clinici dipenderà dall’implementazione di un approccio terapeutico integrato che combini le strategie volte a ottimizzare la disponibilità e l’engraftment delle insule con quelle volte a modulare efficacemente l’immunità dei riceventi, per garantire la funzionalità a lungo termine del trapianto. I continui progressi degli ultimi anni nel processamento delle cellule insulari e nella gestione del paziente dopo il trapianto giustificano un forte ottimismo per gli anni a venire.

inizio pagina