Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2006 September;31(3) > Minerva Endocrinologica 2006 September;31(3):211-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Endocrinologica 2006 September;31(3):211-8

lingua: Inglese

Test provocativi per l’ormone della crescita e loro valore predittivo nella crescita staturale dei bambini trattati per leucemia linfoblastica acuta

Papadia C. 1,2, Naves L. A. 2, Motta L. D. C. 3, Barboza Filho R. F. 1,2, Suzuki M. T. 1, Casulari L. A. 1,2

1 Department of Neurosurgery Hospital de Base do Distrito Federal Brasília, Brazil
2 Endocrinology Department University of Brasília, Brasília, Brazil
3 Gynecology and Obstetric Department University of Brasília, Brasília, Brazil


PDF  


Obiettivo. È stato valutato il valore predittivo positivo di due test di stimolazione per l’ormone della crescita, con ipoglicemia indotta da insulina e con clonidina, nel predire un’altezza inferiore al 10° percentile in pazienti trattati per leucemia linfoblastica acuta in età infantile.
Metodi. È stata studiata una coorte di 30 pazienti (età 14,1±2,9 anni; 20 di sesso maschile) trattati per leucemia linfoblastica acuta in età infantile, dopo esecuzione del test di ipoglicemia indotta da insulina (30 pazienti) e del test con clonidina (16 pazienti). Il periodo di follow-up è stato di 7,7±2,8 anni dal trattamento per la leucemia e di 2,3±1,3 anni dall’esecuzione del test.
Risultati. Nell’ultima valutazione, 12 pazienti (40%) sono risultati al di sotto e 18 pazienti (60%) al di sopra del 10° percentile. Il risultato del test di ipoglicemia indotta da insulina è stato il seguente: 9 pazienti (30%) hanno presentato un picco di ormone della crescita <5 ng/ml e 19 (63,3%) <7 ng/ml. Il risultato del test con clonidina è stato il seguente: 7 pazienti hanno presentato un picco di ormone della crescita <5 ng/ml e 8 (50%) <7 ng/ml. Per un altezza al di sotto del 10° percentile, i valori predittivi positivi dei test di ipoglicemia indotta da insulina (33%) e con clonidina (28%) sono risultati bassi, se si prendeva in considerazione il valore di picco di ormone della crescita <5 ng/ml; tuttavia, quando è stato preso in considerazione il valore di picco di ormone della crescita <7 ng/ml, i valori predittivi positivi sono risultati rispettivamente del’83% e del 50%.
Conclusioni. I valori predittivi positivi per deficit staturale in pazienti trattati per leucemia linfoblastica acuta in età infantile sono risultati bassi per entrambi i test, ad eccezione del test di ipoglicemia indotta da insulina impiegando come discriminante un valore di picco di ormone della crescita <7 ng/ml.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail