Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2006 June;31(2) > Minerva Endocrinologica 2006 June;31(2):107-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

  CLINICAL ADVANCES IN DIABETES MELLITUS


Minerva Endocrinologica 2006 June;31(2):107-24

lingua: Inglese

Dalla culla alla tomba: massa pancreatica β-cellulare e glucagon-like peptide 1

Wong V. S. C. 1, Brubaker P. L. 1,2

1 Department of Physiology University of Toronto, Toronto, ON Canada
2 Department of Medicine University of Toronto, Toronto, ON Canada


PDF  


Il diabete mellito di tipo 2 e i suoi correlati clinici, inclusi alterata glicemia a digiuno, obesità e insulino-resistenza, rappresentano unproblema mondiale di salute pubblica, visto l’aumento esponenziale della prevalenza di queste condizioni metaboliche. In considerazione deglielevati costi economici e della sofferenza umana causati dal diabete e dai disordini metabolici ad esso correlati, nuovi interventi terapeutici sicuri in grado di esercitare un effetto positivo sulla riduzione dell’incidenza del diabete nei soggetti predisposti o sulla prevenzione della progressione della malattia avrebbero degli enormi benefici sulla salute pubblica. Studi sulla regolazione della massa beta-cellulare pancreatica ne hanno dimostrato un’enorme plasticità, dalla vita fetale a quella adulta e in risposta ad una varietà di stimoli. Questi aspetti sono esaminati nella presente revisione nel contesto dei più recenti studi sull’ormone intestinale glucagon-like peptide 1 (peptide simile al glucagone 1), che non solo migliora la funzione beta-cellulare, ma anche stimola crescita, neogenesi e sopravvivenza delle beta-cellule.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail