Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2006 March;31(1) > Minerva Endocrinologica 2006 March;31(1):47-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2006 March;31(1):47-60

lingua: Inglese

L’aromatasi nel contesto del cancro mammario ed endometriale: una revisione

Jongen V. H. W. M. 1, Hollema H. 2, Van Der Zee A. G. J. 3, Heineman M. J. 3

1 Departments of Obstetrics and Gynaecology, Diaconessenhuis Meppel, Meppel, The Netherlands
2 Department of Pathology, and Laboratory Medicine, University Hospital Groningen, The Netherlands
3 Departments of Obstetrics and Gynaecology, University Hospital Groningen, The Netherlands


PDF  


In generale, si ritiene che gli estrogeni siano coinvolti nella trasformazione neoplastica dell’endometrio. Dopo la menopausa, gli estrogeni derivano principalmente dall’aromatizzazione degli androgeni surrenalici nel tessuto adiposo corporeo. Tuttavia, in caso di iperplasia ovarica stromale, non si può escludere che la sintesi di androgeni aromatizzabili da parte delle ovaie postmenopausali comporti un’aumentata disponibilità di precursori androgeni anche per la sintesi intramurale degli estrogeni nel tessuto endometriale stesso. La presenza locale di androgeni e l’espressione e attività enzimatica locale dell’aromatasi sono considerate importanti per questa forma di steroidogenesi. In questa revisione, discuteremo le evidenze a favore del fatto che gli androgeni, prodotti nello stroma ovarico iperplastico o nei tessuti adiposi corporei, svolgerebbero un ruolo nello sviluppo del cancro endometriale in seguito a conversione in estrogeni, una reazione catalizzata nell’endometrio dall’attività dell’enzima aromatasi citocromo P450. Poiché la presenza dell’aromatasi è apparsa svolgere un ruolo fisiopatologico nello sviluppo del cancro mammario, essa sarà esaminata anche in relazione allo sviluppo del cancro endometriale, dato che entrambe queste forme neoplastiche sembrano essere almeno in parte estrogeno-dipendenti. Poiché il trattamento con inibitori dell’aromatasi sembra essere utilizzabile nel cancro della mammella, saranno discusse le attuali nozioni circa opzioni terapeutiche simili nel cancro dell’endometrio ormone-dipendente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail