Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2004 December;29(4) > Minerva Endocrinologica 2004 December;29(4):151-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2004 December;29(4):151-60

lingua: Italiano

Modalità diagnostiche in pazienti affetti da carcinoma differenziato della tiroide con elevati livelli di tireoglubulina e total body con Iodio-131 negativo: utilizzo della PET/TC, dopo somministrazione di rec-TSH

Biscontini G., Possa M., Sara R., Milella M., Rossetti C.


PDF  


Nel follow-up dei pazienti operati di carcinoma differenziato della tiroide (CDT), operati di tiroidectomia totale e sottoposti a siderazione del residuo tiroideo con Iodio-131, hanno particolare rilevanza il dosaggio sierico della tireoglobulina (Tg ) e la scintigrafia total body con Iodio-131 (whole body scan, WBS).
La Tg diviene un marker specifico e molto sensibile della presenza di recidiva di CDT: dopo l'abolizione del tessuto residuo tiroideo (mediante tiroidectomia e terapia radiometabolica), dosata a un livello elevato di TSH (>35 microU/ml), ottenuto con la sospensione della terapia tireosostitutiva o previa iniezione di TSH ricombinante e in assenza di un livello elevato di anticorpi anti-Tg (AbTg).
In genere, per risolvere il problema diagnostico, nei pazienti con WBS negativo che presentano livelli di Tg elevati, si ricorre, sulla base dell'inquadramento prognostico a esami radiologici (ecografia del collo, Rx scheletro, TC torace-addome, RMN) e scintigrafici (scintigrafia ossea, scintigrafia con Tc-MIBI o Tl 201, scintigrafia con traccianti recettoriali, PET/TC).
È ormai noto l'utilizzo della PET nei pazienti in cui è fortemente sospetta la presenza di metastasi da CDT che hanno perso la capacità di concentrare lo Iodio-131. Allo scopo di aumentare la sensibilità della PET il test scintigrafico viene eseguito a TSH elevato, ottenuto con iniezione preventiva di TSH ri-combinante secondo lo schema classico: iniezione di a TSH il 1° e 2° giorno, PET il 3° giorno e prelievo per Tg il 3° e 5° giorno.
Qualora anche l'esame PET risulti negativo, i pazienti vengono seguiti mediante stretto follow-up clinico e monitoraggio della Tg nel tempo (ogni 4-6 mesi) nell'ipotesi che una recidiva sia presente ma che le lesioni siano ancora di dimensioni inferiori al potere di risoluzione delle apparecchiature diagnostiche (5 mm). Un'ipotesi alternativa potrebbe essere quella di non considerare i pazienti PET-negativi come malati, ma imputare i livelli elevati di Tg o a trascrizione illegittima del mRNA per la Tg da parte di cellule non tiroidee o a tessuto tiroideo ectopico (per esempio intratimico).
I pazienti PET/TC positivi vengono valutati dagli specialisti per eventuale asportazione chirurgica delle lesioni documentate o per essere sottoposti a terapie adeguate.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail