Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2004 June;29(2) > Minerva Endocrinologica 2004 June;29(2):47-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,383


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2004 June;29(2):47-54

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Obesity and the metabolic syndrome

Vega G. L.


PDF  


La sindrome metabolica è costituita da un complesso di fattori di rischio per la malattia coronarica, che verosimilmente riconoscono una causa sottostante di tipo metabolico. L'obesità di tipo centrale rappresenta il fulcro delle alterazioni metaboliche. Di conseguenza, l'aumento della massa adiposa addominale contribuisce allo sviluppo della dislipidemia, dell'iperglicemia e dell'ipertensione. Nel 20% circa dei casi di sindrome metabolica, è presente anche una disfunzione delle cellule b del pancreas, che determina l'insorgenza delle manifestazioni cliniche del diabete mellito. Dati recenti suggeriscono che l'aumento dell'obesità si associa anche all'infiammazione. Diverse ricerche attualmente in corso stanno cercando di definire il ruolo svolto dal tessuto adiposo nella genesi delle alterazioni metaboliche che conducono alle manifestazioni cliniche della sindrome metabolica. Il tessuto adiposo secerne acidi grassi non esterificati, che contribuiscono alla dislipidemia aterogena, alla steatosi e alla lipotossicità. Inoltre questo organo è attivo come sistema di tipo endocrino e di tipo paracrino: è in grado di secernere fattori proinfiammatori, fattori che favoriscono la resistenza all'insulina e altre citochine e ormoni che possono contribuire allo sviluppo dell'ipertensione arteriosa e alla compromissione della funzione fibrinolitica. Pertanto, le alterazioni metaboliche comunemente associate all'aumento dell'obesità di tipo centrale della sindrome metabolica hanno una azione aterogena, in parte mediata dai metaboliti proinfiammatori.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail