Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2003 Settembre;28(3) > Minerva Endocrinologica 2003 Settembre;28(3):247-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2003 Settembre;28(3):247-54

lingua: Inglese

Consequences of autoimmune thyroiditis before, during and after pregnancy

Muller A. F., Berghout A.


PDF  


La tiroidite autoimmune presenta importanti conseguenze per quanto riguarda la fertilità, la frequenza delle complicanze in gravidanza e l'esito della gravidanza. Inoltre la tiroidite autoimmune si può aggravare durante il periodo postpartum. Infine, le complicanze della tiroidite autoimmune possono comportare importanti conseguenze per i nascituri.
Diversi studi hanno mostrato una associazione tra i processi autoimmunitari diretti contro la tiroide occorsi nelle fasi precoci della gravidanza - in contrapposizione al periodo precedente la gravidanza - e i conseguenti disturbi ''occasionali'' della gestazione. I dati a disposizione sono meno univoci rispetto a quelli sugli aborti in generale. Forse il ruolo causale nell'associazione tra la presenza di anticorpi contro la tiroide e gli aborti ricorrenti è svolto da una insufficienza della tiroide di lieve entità - non rilevabile con i test tiroidei di routine - e non dalla reazione autoimmunitaria contro la tiroide di per sé.
L'ipo e l'iperfunzionalità autoimmunitarie durante la gravidanza sono entrambe correlate alle complicanze ostetriche. È importante sottolineare che con il trattamento è possibile ridurre - almeno in parte - questo eccesso di rischio associato all'ipo o all'ipertiroidismo non trattato.
Per quanto riguarda l'esito della gravidanza, dati recenti forniscono prove del fatto che gli stati di insufficienza tiroidea non solo manifesta, ma anche relativamente lieve e persino misconosciuta, sono associati con una persistente e significativa compromissione delle prestazioni neuropsicologiche della prole.
La tiroidite postpartum è fortemente associata alla presenza di anticorpi TPO (si tratta di tiroidite autoimmune).
La tiroidite autoimmune è pertanto chiaramente associata ad eventi rilevanti dal punto di vista clinico, che si verificano prima, durante e dopo la gravidanza. Dovrebbe essere presa in considerazione l'opportunità di effettuare uno screening; in ogni caso vi è urgente necessità di ulteriori ricerche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail