Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2003 Giugno;28(2) > Minerva Endocrinologica 2003 Giugno;28(2):135-44

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2003 Giugno;28(2):135-44

lingua: Inglese

Self-regulated endocrine systems in the skin

Slominski A., Wortsman J.


PDF  


La cute è la principale barriera fisica interposta fra ambiente esterno e omeostasi interna. Assai complessa dal punto di vista funzionale, è in grado di esprimere svariate attività endocrine capaci di autoregolarsi. Questo sistema neuroendocrino cutaneo è costituito da mediatori neuroendocrini prodotti localmente, che interagiscono con specifici recettori attraverso meccanismi di tipo para o autocrino. Se da una parte esistono principi ormonali prodotti a livello cutaneo, quali la vitamina D3 e il PTHrP, in grado di esercitare effetti a livello sistemico, l'attività principale svolta da questo sistema consisterebbe nella modulazione della risposta agli agenti nocivi. L'irradiazione solare, il più importante agente nocivo ambientale, è in grado di influire significativamente sulle attività endocrine cutanee. Infine, il sistema neuroendocrino della cute interverrebbe nella salvaguardia dell'integrità strutturale e funzionale della cute stessa, indispensabili per assicurare l'omeostasi interna.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail