Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2002 March;27(1) > Minerva Endocrinologica 2002 March;27(1):7-20

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,383


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Endocrinologica 2002 March;27(1):7-20

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

The cell cycle in steroid hormone regulated proliferation and differentiation

Amanatullah D. F., Zafonte B. T., Pestell R. G.


PDF  


Gli ormoni steroidei mediano i processi cellulari pleiotropici implicati nel metabolismo, nella proliferazione e nella differenziazione cellulare. La capacità della cellula di interagire con il suo ambiente ormonale, è mediata dai recettori nucleari (NRs) che legano sia l'ormone che il DNA. Quindi, i NRs rappresentano quel legame tra l'ambiente ormonale esterno ed i geni che controllano la fisiologia della cellula. Pertanto capire gli effetti degli ormoni tiroidei sulla proliferazione e la differenziazione richiede la conoscenza del ciclo cellulare, dell'interazione dei NRs a livello della trascrizione e le possibili aree di sovrapposizione tra le due. Studi recenti hanno dimostrato che le chinasi che regolano la progressione del ciclo cellulare regolano anche i messaggi ormonali a diversi livelli. Le chinasi, regolano il livello di espressione delle molecole di segnalazione ormonale e gli ormoni steroidei regolano la quantità di chinasi espresse nel ciclo cellulare. Inoltre, l'interazione diretta proteina-proteina tra i recettori nucleari e le proteine del ciclo cellulare può regolare la loro attività, la distribuzione subcellulare e i cambiamenti post-translazionali. In questo contesto, studi recenti hanno dimostrato che i recettori nucleari sono fosforilati ed acetitati e queste modificazioni possono essere regolate direttamente dal ciclo cellulare. La scoperta che la ciclina (ciclina D1), può legarsi direttamente agli enzimi che acetilano un certo numero di recettori ormonali nucleari (P/CAF), suggerisce l'esistenza di interazioni importanti tra il ciclo cellulare e la comunicazione nucleare recettoriale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail