Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2001 Dicembre;26(4) > Minerva Endocrinologica 2001 Dicembre;26(4):225-30

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0391-1977

Online ISSN 1827-1634

 

Minerva Endocrinologica 2001 Dicembre;26(4):225-30

NUOVE STRATEGIE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE: GLI ANALOGHI DELLA SOMATOSTATINA. Parte II 

Ruolo degli analoghi della somatostatina nel trattamento dei tumori neuroendocrini gastroenteropancreatici

Uomo G., Germano D., Rabitti P. G.

L'impiego della somatostatina ha rappresentato una significativa innovazione nel trattamento dei pazienti affetti da neoplasie gastro-entero-pancreatiche (NEGEP) ormono secernenti, nonostante la breve emivita ne abbia limitato l'utilizzo nella pratica clinica. Negli ultimi anni, sono state sviluppate delle nuove formulazioni a lunga durata d'azione, a partenza dal peptide nativo. L'octreotide, il lanreotide ed il vapeotide sono degli ottapeptidi con attività biologica simile, che presentano inoltre una stabilità notevole ed una lunga emivita; più recentemente è stata sviluppata una formulazione di octreotide (Octreotide LAR) e di lanreotide (Lanreotide SR) a lento rilascio, incorporando il peptide all'interno di microsfere composte da un polimero biodegradabile. Questa formulazione è stata sviluppata per fornire ai pazienti la possibilità di ricevere una sola iniezione o al massimo due iniezioni mensili, assicurando inoltre una concentrazione sierica stabile tra le somministrazioni ed un buon controllo clinico dei sintomi dei tumori NEGEP. Oggigiorno, gli analoghi della somatostatina ''long-acting'', rappresentano la prima opzione terapeutica in quei pazienti non sottoposti a chirurgia radicale; inoltre, queste sostanze non presentano effetti collaterali importanti, migliorano la prognosi e possono esercitare un certo grado di controllo sulla crescita tumorale.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina