Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3) > Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3):175-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

  NUOVE STRATEGIE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE: GLI ANALOGHI DELLA SOMATOSTATINA. Parte I


Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3):175-80

lingua: Italiano

I recettori per la somatostatina ed effetto in vitro dell'octrotide nei fibroblasti retro-orbitari in pazienti con oftalmopatia di Graves

Pasquali D., Notaro A., Esposito D., Vassallo P., Bonavolontà G., Bellastella A., Sinisi A. A.


PDF  


Obiettivo. Studi clinici hanno dimostrato che gli analoghi sintetici della somatostatina (SRIH) possono migliorare la sintomatologia della oftalmopatia di Graves (OG), ma il loro meccanismo di azione nella OG non è stato ancora chiarito. In questo studio abbiamo valutato l'espressione dei recettori della SRIH (sst 1-5) e l'effetto del trattamento con octreotide in colture primarie di fibroblasti provenienti da tessuto retroorbitario di pazienti con OG.
Metodi. Abbiamo utilizzato campioni di grasso provenienti da 10 pazienti con OG e da 6 soggetti di controllo sottoposti a chirurgia orbitaria. Le colture primarie sono state allestite in MEM con 5-10% FCS. L'espressione di sst1-5 è stata studiata per RT-PCR, usando primer specifici in presenza di GAPDH come controllo interno. Le cellule sono state trattate con octreotide (10-8M, 10-9M) per 48-72-96 ore. La crescita cellulare è stata valutata con l'MTT assay, l'accumulo di AMPc mediante RIA e l'apoptosi mediante TUNEL.
Risultati. Tutte le colture primarie esprimevano i trascritti di SRIH ed uno o più geni di sstr aventi alta affinità per l'octreotide (classe 1). Il trascritto di sst2 è stato trovato in 9, sst3 in 5 e sst5 in 8 su 10 colture cellulari di OG. sst2 è stato trovato in tutte e 6, e sst3 in 4 delle 6 colture cellulari di controllo. Il trattamento con octreotide per 72 ore ha ridotto la crescita dei fibroblasti di OG (p<0,01-0,05) e ha inibito significativamente l'accumulo di AMPc indotto da forscolina. Inoltre la frammentazione del DNA è risultata evidente nel 10-18% di cellule.
Conclusione. Il nostro studio dimostra che nelle cellule da tessuto retoorbitario OG sono espressi i recettori con alta affinità per l'octreotide. Inoltre, l'effetto inibitorio sulle cellule retroorbitarie in vitro suggerisce un ruolo della SRIH nel controllo della crescita e dell'attività di queste cellule, giustificando il possibile utilizzo terapeutico degli analoghi della SRIH nell'OG.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail