Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3) > Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3):165-74

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

  NUOVE STRATEGIE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE: GLI ANALOGHI DELLA SOMATOSTATINA. Parte I


Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3):165-74

lingua: Italiano

I recettori per la somatostatina nelle cellule del sistema immune

Ferone D., Lombardi G., Colao A.


PDF  


Molti ormoni ed alcuni neuropeptidi e neurotrasmettitori possono avere un ruolo chiave nella regolazione di molteplici funzioni delle cellule linfoidi. In particolare somatostatina (ss), sostanza P (sp) e polipeptide intestinale vasoattivo (vip) sembrano essere coinvolti in numerosi meccanismi di regolazione dell'attività cellulare nel sistema immune in condizioni fisiologiche e patologiche. La ss può essere prodotta da cellule linfoidi e accessorie nell'ambito del sistema immune. La distribuzione di recettori per la somatostatina (ssr) nel timo umano normale fa nascere l'ipotesi che la ss, e probabilmente anche altri neuropeptidi, possano giocare un ruolo importante nell'omeostasi cellulare in quest'organo ed entrare a far parte dei processi che regolano la maturazione dei linfociti della linea T. L'avvento della biologia molecolare ha mostrato una variabile espressione dei ssr su diverse linee cellulari T e B o linee derivanti da linfomi/leucemie e mielomi umani. Mediante studi autoradiografici, i ssr sono stati localizzati prevalentemente nelle aree linfoblastiche dei linfomi, che rappresentano la parte attiva del tumore. L'espressione dei ssr è stata riscontrata in vivo ed in vitro anche nelle sedi patologiche in pazienti con alcune malattie autoimmuni e granulomatose, come nell'artrite reumatoide e nella sarcoidosi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail