Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2001 Settembre;26(3) > Minerva Endocrinologica 2001 Settembre;26(3):129-34

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino

Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0391-1977

Online ISSN 1827-1634

 

Minerva Endocrinologica 2001 Settembre;26(3):129-34

NUOVE STRATEGIE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE: GLI ANALOGHI DELLA SOMATOSTATINA. Parte I 

Imaging immunologico con octreotide marcato

Cascini G. L., Cuccurullo V., Rambaldi P. F., Mansi L.

L'uso diagnostico dell'octreotide marcato ha dimostrato come la scintigrafia dei recettori per la somatostatina possa essere utilizzata con successo in differenti neoplasie di stretta derivazione neuroendocrina, con una entusiasmante correlazione tra espressione recettoriale in vitro e captazione in vivo.
In varie patologie si è dimostrata la captazione di 111In-Octreotide in ragione della molteplice espressione recettoriale su elementi cellulari come linfociti, fibroblasti ed endotelio.
Sebbene il ruolo diagnostico principale siano i tumori neuroendocrini, esistono diverse applicazioni della scintigrafia con octreotide per eseguire un «imaging immunologico».
La presenza di recettori di tipo 2 sui linfociti attivati ha ormai da diverso tempo stimolato l'utilizzo della somatostatina sia nella terapia che nella diagnostica di attività di malattia in pazienti con oftalmopatia di Graves.
Gli analoghi della somatostatina sono stati utilizzati con successo sia nella terapia che nell'imaging di diversi tumori ad origine timica. Il nostro gruppo di ricerca ha invece valutato il possibile ruolo clinico della scintigrafia con octreotide marcato in pazienti pediatrici affetti da iperplasia timica dopo chemioterapia per linfoma.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina