Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3) > Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3):119-22

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

  NUOVE STRATEGIE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE: GLI ANALOGHI DELLA SOMATOSTATINA. Parte I


Minerva Endocrinologica 2001 September;26(3):119-22

lingua: Italiano

I farmaci interferenti con i recettori della somatostatina

Berrino L., Rossi S., Formato P., Vitelli M.


PDF  


L'uso di farmaci interferenti con i recettori della somatostatina (sst) è ormai consolidato in diagnostica ed in terapia, stimolando lo sviluppo di nuove molecole più efficaci e con una migliore farmacodinamica.
Nel corso degli anni si è passati dall'impiego della somatostatina nativa alla «mini-somatostatina» e poi agli octapeptidi, primo fra tutti l'octreotide.
Successivamente sono stati sintetizzati peptidi con affinità specifica per un solo sottotipo recettoriale, come il composto BIM23268, ed il composto CH275.
In un momento successivo sono stati sintetizzati analoghi della somatostatina a struttura non peptidica.
Un altro importante aspetto nella storia degli analoghi della sst è rappresentato dallo sviluppo di nuove formulazioni farmaceutiche di questi farmaci con l'obiettivo di migliorare la compliance da parte del paziente, riducendo la frequenza di somministrazione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail