Home > Riviste > Minerva Endocrinologica > Fascicoli precedenti > Minerva Endocrinologica 1999 Marzo;24(1) > Minerva Endocrinologica 1999 Marzo;24(1):7-10

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Sistema Endocrino


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,118


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Endocrinologica 1999 Marzo;24(1):7-10

lingua: Inglese

Thyroid nodules and Doppler ultrasonography. A new element for an old puzzle?

Lupi A., Cerisara D., Orsolon P., De Antoni G., Vianello Dri A.


PDF  


Introduzione. È tuttora oggetto di discussione se l'ultrasonografia Doppler (UD) possa essere d'aiuto nella caratterizzazione dei nodi tiroidei: sono riportati in letteratura giudizi sia incoraggianti che sfavorevoli, sia che si tratti di valutare la presenza di lesioni maligne che di identificare strutture iperfunzionanti.
Metodi. Nell'ipotesi che ci possa essere correlazione tra la condizione funzionale e la vascolarizzazione di un nodo, vengono qui comparati i patterns scintigrafico e Doppler di 80 nodi tiroidei; in un ristretto sottogruppo sono state prese in esame anche informazioni cito-istologiche.
Risultati. Il riscontro di flusso perilesionale sembra essere, in generale, più frequente di quello intranodale o misto: questo risulta valido per tutti i gruppi di condizione funzionale nodulare esminati (flusso periferico è stato riscontrato nel 70,2% dei nodi iperfunzionanti, nel 63,6% degli isofunzionanti e 59,3 degli ipofunzionanti; flusso intranodale era presente nel 18,9, 9 e 21,8% dei nodi iper-, iso- ed ipofunzionanti rispettivamente; flusso misto è stato trovato nel 10,8% dei nodi iper-, nel 27,2.% degli iso- e 18,7% degli ipofunzionanti).
Conclusioni. Una prevalenza di flusso periferico è presente in maniera pressoché omogenea in tutte le categorie di nodi, indipendentemente dall'assetto funzionale. Secondo i nostri dati non esiste affidabile correlazione fra pattern scintigrafico e UD: l'eco Doppler non è, quindi, da considerarsi un valido sostituto nei confronti della scintigrafia tiroidea.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail